Scongiurare assegni da fame

Si parla di pensione di garanzia per i giovani nel programma di Governo. Un’occasione da non sprecare per chi come noi incontra difficoltà a entrare nel mercato del lavoro. E se ci riesce è costretto a fare i conti con impieghi troppo saltuari per sbarcare il lunario.
Chi è stato assunto dopo il 1995 rischia di maturare trattamenti del tutto inadeguati, o addirittura inesistenti, una volta giunti alla fine del percorso lavorativo. A causa del basso livello delle retribuzioni, del precariato e del sistema unicamente contributivo.
Scrive Ezio Cigna

Cultura e formazione fanno la pensione

C’è un progetto della Cgil finalizzato a promuovere un Piano nazionale di contrasto alla povertà educativa, indispensabile per arginare l’impoverimento del nostro Paese, soprattutto sotto il profilo della conoscenza. Quanto sia centrale affrontare in modo sistematico e risolutivo la povertà educativa è emersa anche nell’iniziativa #RivoltiAlFuturo sul futuro previdenziale dei giovani. Scrive Anna Teselli della Cgil Nazionale.