Mille porte e un muro

Una lettera agli italiani. Forse così sarà più facile comprendere perché si parte dall’Africa e cosa si prova quando si arriva in un Paese che innalza barriere. La scrive Kante Bangaly Fode, un ragazzo maliano, da due anni in Italia, bloccato nel limbo della burocrazia e alla ricerca di un lavoro che non si trova.

Ascoltare con gli occhi

Da mesi rischiano la chiusura eppure continuano a lottare inventandosi ogni giorno forme nuove di conflitto e di visibilità. L’ultima iniziativa dell’Istituto statale per sordi di Roma è una collaborazione con la Galleria Borghese per favorire processi di integrazione sociale e promuovere l’arte in due lingue: l’italiano e la LIS, la Lingua italiana dei segni. Il racconto di Francesca Pallotta dell’ISSR

Una scuola del popolo

Non rilascerà diplomi ma potranno frequentarla giovani e anziani, italiani e stranieri. Potreste andarci con vostro nonno o con il vostro vicino di casa indiano. Un’occasione per socializzare e accrescere le proprie competenze. Con un’ambizione: tornare all’idea di soccorso mutualistico che ha caratterizzato le origini del sindacato. Il racconto di colui che l’ha ideata, Ivo Vacca della Flc Sardegna