L’Europa di domani

Al Congresso della Confederazione europea dei sindacati, l’intervento di Maurizio Landini, segretario generale della Cgil. Per un’Europa unita, sociale e democratica occorre rimettere al centro il lavoro, cambiare e riformare l’Unione: il punto è cosa facciamo assieme per i nostri figli e per quelli che verranno domani

Europa: o è sociale o non è

A quattro anni di distanza dall’ultima manifestazione, oggi i sindacati europei scendono in piazza a Bruxelles, alla vigilia delle elezioni europee di fine maggio. Obiettivo: mobilitare il mondo del lavoro con un messaggio chiaro: la strada per continuare a garantire benessere, pace, democrazia e lavoro alle future generazioni è quella di un’Europa unita e sociale, che riparta dai valori della sua fondazione. “L’Europa o è sociale o non è”.