Futurologico

All’Università la Sapienza di Roma un’onda rossa accoglie Mimmo Lucano, il sindaco sospeso di Riace, simbolo dell’Italia migliore. La schiuma nera e rabbiosa di Forza Nuova resta fuori dell’Ateneo. È una schiumetta in effetti. Solo un gruppetto sparuto di una ventina di predicatori di odio. Piazzale Aldo Moro, invece, è gremito di una folla antifascista e antirazzista che prima aspetta l’arrivo di Lucano, poi inonda l’Ateneo. In & Out oggi nello sc(h)emino di Lara Ghiglione.

I nuovi partigiani siamo noi

Eccoci qui. Oggi ci siamo presentati ai lettori di Strisciarossa. Cosa abbiamo scritto? Beh, alla fine di una settimana che era iniziata proprio nera nera, c’è venuta in mente una sola cosa: che noi siamo quelli che canteranno sempre “Bella Ciao” pure se l’anagrafe ci dice che allora non c’eravamo. Adesso ci siamo e ci saremo anche domani. Grazie Strisciarossa!

Ritti sull’ultima collina

Buon 25 Aprile a tutt*! Ai democratici e ai resistenti, ai partigiani di ieri e a quelli di oggi! E ancora di più alle donne e agli uomini di domani: ai ragazzi e alle ragazze, alle bambine e ai bambini. Oggi celebriamo la nostra festa, il nostro compleanno di persone libere! A chi non lo sa o non lo capisce – o fa finta di non sapere e non capire -, ritti sull’ultima collina, continueremo a ricordarlo perché di noi ne rimarrà sempre uno… Ecco l’importante

Nun ce sta bene che no

A Torre Maura, quartiere est della periferia romana, oggi scenderà in piazza quell’Italia (e quel pezzo di cittadinanza romana) che ancora resiste e che non ha nessuna intenzione di piegarsi alla violenza fascista. Un articolo di Roberto Iovino, segretario Cgil Roma e Lazio