Reggio, ti scatterò una foto

Una giornata voluta, vissuta e ricca di emozioni. Un rotolare verso Sud per seminare i semi di un Paese più unito. Di un mezzogiorno dal quale smettere di scappare per studiare, lavorare e curarsi. Gli scatti più belli dal sito della Cgil e dai social

Nel nome di Genny

Storie che si intrecciano in una Masseria confiscata alla camorra ad Afragola, in provincia di Napoli. Come quelle dei giovani che ne hanno fatto rifiorire i terreni per dare vita a economia ed energie pulite. In estate il fondo si anima grazie a decine di ragazzi e anziani, a stretto contatto per una settimana tra campi, cucine e seminari. Siamo in un luogo impregnato di storie. Come quella di Antonio Esposito Ferraioli, sindacalista della Cgil, assassinato dalla camorra. O quella di Genny Cesarano, ucciso per sbaglio ad appena 17 anni. Ci accompagna Gianluca Torelli, della Camera del lavoro partenopea

Salvini, querelaci tutti 😡

Il vice premier Matteo Salvini ha deciso di querelare la Cgil nella persona del segretario nazionale Giuseppe Massafra per le dichiarazioni rilasciate dal dirigente di Corso d’Italia in merito al decreto cosiddetto Sblocca Cantieri. La risposta della confederazione non si è fatta attendere: "Se Salvini vuole querelare cinque milioni di iscritti ci quereli tutti ma non svii la discussione."

Memoria, lavoro, futuro

Quest'anno il 30 Aprile è una data doppiamente importante: ricordiamo non solo l'anniversario della morte per mano mafiosa di Pio La Torre, dirigente del Pci e della Cgil, l'uomo che ebbe l'intuizione di combattere la mafia attaccando i patrimoni dei mafiosi e che si intestò la battaglia contro i missili della Nato in Sicilia, ma celebreremo anche la prima giornata della Memoria dei dirigenti sindacali, delle lavoratrici e dei lavoratori, uccisi dalla mafia