La Resistenza è comune, la Rivoluzione è femmina ed è appena cominciata

Ascoltate le piazze di questi giorni, ascoltatele con attenzione mentre cantano Bella Ciao, le voci predominanti sono femminili tanto da sembrare piazze di sole donne, perché il cambiamento sociale, politico, culturale, non potrà esserci davvero finché non cambierà la loro condizione.
Scrive Salvatore De Luca

Fine di un governo maschilista

Chi ha condotto i giochi dell’ultimo esecutivo? Chi ne ha saldamente tenuto in mano le redini? Quali sono stati gli stereotipi veicolati? Un’accozzaglia di simboli che poco hanno a che vedere con i tempi che viviamo: coroncine di rosario, donne confinate nella sfera domestica, drastiche limitazioni al concetto di famiglia. Una breve riflessione di Lara Ghiglione, segretaria generale della camera del lavoro spezzina

4 mesi senza l’Alveare

Il 27 settembre 2014 ha avviato le sue attività l’Alveare, coworking con spazio baby, primo esperimento di convivenza nella Capitale tra lavoro flessibile e servizio educativo.
Il 5 aprile del 2019 – esattamente 4 mesi fa – ha chiuso.
Cosa è stato l’Alveare in questi quasi cinque anni, e cosa ha portato alla cancellazione di un progetto innovativo, pluripremiato, sostenuto alla nascita da amministrazione comunale, Municipio V e Regione Lazio? Ce lo racconta Serena Baldari, una delle promotrici di questa esperienza

Calcio femminile e sessismo. Cosa sta cambiando con le #ragazzemondiali?

Torna in campo questa sera alle 18.00 la Nazionale femminile di calcio contro le calciatrici cinesi per l’incontro valido per gli ottavi di finale della Coppa del Mondo. A un anno dall’onta dei mondiali di Russia, ai quali la nazionale maschile non è riusciata qualificarsi, in molti si stanno appassionano alle ragazze di Milena Bertolini. Purtroppo come spesso accade ad avere maggior risalto non sono le gesta sportive di queste talentuose atlete, ma certi commenti sessisti che resistono sulla stampa e sui social. Ospitiamo Nadia Somma, D.i.Re-Donne in rete contro la violenza

Buon compleanno Nonna Anna

Oggi Anna Frank compirebbe 90 anni. Sarebbe bello cancellare l’orrore della guerra e dell’Olocausto e raccontare una storia diversa per la ragazza tedesca uccisa nei campi di concentramento. Così, forse, Anna sarebbe potuta diventare nonna e arrivare ai giorni nostri. Le scrive una lettera Ciro Randazzo, Il futuro è

Andavo a 100 all’ora

ll 15 maggio del 1939 si inaugurava lo stabilimento Fiat di Mirafiori. Da allora molte cose non sono le stesse, perché le fabbriche sono organismi vivi che cambiano un po’ ogni giorno. Per raccontare un pezzetto di questa storia abbiamo chiesto a Nina Leone, delegata sindacale della Fiom, di aprire il suo album dei ricordi.

Mamma Cgil

Milioni di post a celebrare le mamme del mondo. In un articolo in prima persona, il racconto di una “mamma Cgil”. Siamo madri “Belle Ciao”, con la maglietta rossa, complicate da comprendere ma orgogliosissime e sempre in lotta. Buona festa a tutte! Scrive Viviana Correddu, Filcams Cgil Genova

Le Radici della nostra Libertà

Durante l’occupazione fascista Graziella Giuffrida, giovane maestra catanesi trapiantata a Genova, si impegnò nelle squadre di azione patriottica. Venne arrestata il 24 marzo del 1945: era su un tram quando un gruppo di soldati tedeschi che la stavano importunando si accorsero, dopo averle messo le mani addosso, della presenza di una pistola. Barbaramente violentata, torturata e uccisa nel comando di Fegino. Il suo corpo venne trovato dopo la fine della guerra.

Gender Gap: tanta strada da fare

Buona domenica! Anche questa settimana ci dedichiamo ai diritti delle donne. Ce n’è davvero bisogno, non ce ne voglia il senatore Simone Pillon! Ospitiamo l’intervento di Caterina Barbieri, responsabile organizzativa della rete degli studenti dell’Emilia Romagna, con delega sulle questioni di genere