Tra il dire e il fare

Pubblichiamo la lettera aperta dei ragazzi dei Fridays for Future di Bari, invitati nei giorni scorsi a intervenire sul palco della Fiera del Levante. Non lo facciamo per alimentare una polemica ma per offrire un freddo elenco delle cose concrete di cui, da oggi, sarà non si potrà più prescindere nel programmare un grande evento con il più basso impatto ambientale possibile

Fine di un governo maschilista

Chi ha condotto i giochi dell’ultimo esecutivo? Chi ne ha saldamente tenuto in mano le redini? Quali sono stati gli stereotipi veicolati? Un’accozzaglia di simboli che poco hanno a che vedere con i tempi che viviamo: coroncine di rosario, donne confinate nella sfera domestica, drastiche limitazioni al concetto di famiglia. Una breve riflessione di Lara Ghiglione, segretaria generale della camera del lavoro spezzina

Riprendiamoci il nostro tempo

Luca Cioffi è uno dei dirigenti sindacali più giovani della nostra organizzazione. Ricopre la carica di segretario organizzativo alla Camera del lavoro di Avellino. Vogliamo condividere una sua riflessione sul tempo che passa. Tempo che per noi non sembra mai essere quello giusto. Sempre troppo giovani perché non sembra mai arrivare il momento delle certezze lavorative ed affettive. Una generazione di perenni immaturi, come se fosse l’età la colpa che ci portiamo incollata addosso.

Lavoratore tra lavoratori

Lo attaccano. Ma soprattutto lo temono. E attaccando lui attaccano la Cgil, la capacità del sindacato di essere nei luoghi di lavoro, laddove c’è bisogno, di tutelare e di rappresentare, di rifiutare l’odio e la discriminazione. Per spiegare bene chi è Maurizio Landini basterebbe una frase pronunciata ieri durante l’ultimo direttivo Cgil “se qualcuno spezza la bandiera, il problema è nostro.” Un rimprovero che ricorda a tutti a cosa serve la confederazione e qual è la sua realtà quotidiana. Così la segretaria generale della Funzione Pubblica Serena Sorrentino risponde a una delle domande più pretestuose del momento. Dopo “dov’era Landini”, il grande quesito è “chi è Landini” e la risposta non può essere che una.