La sveglia di Conte

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha sancito, dopo 14 mesi, la fine di questo esecutivo e ha già dichiarato che rimetterà il proprio incarico nelle mani del Presidente della Repubblica. Certamente si conclude l'esperienza di un governo che non ha operato bene per il nostro Paese. Apriamo il dibattito sulle pagine del nostro blog, il primo a prendere la parola è anche uno dei più giovani dei nostri dirigenti, Luca Cioffi, segretario organizzativo della Cgil di Avellino

L’ultimo abbraccio

Un padre e una figlia. Immersi nel fango a un passo dalla salvezza. Ma senza essersi salvati. Questo è lo scatto del giorno. Ma è soprattutto la fotografia di un mondo dove la speranza è una macchia, la solidarietà una colpa. Ne vengono in mente altre di immagini che dal Rio Grande ci riportano a Bodrum. La maglietta rossa di Aylan, la ricordate? Da oggi non dimenticheremo neppure i pantaloncini di Valeria, rossi anche quelli. Pensate a quel padre che per tenersi stretta la bambina l'aveva persino infilata sotto la sua maglietta. Ma niente. Il muro dell'indifferenza non è stato oltrepassato. E anche l'indignazione, lo sgomento, quanto dureranno? Dopo Aylan abbiamo indossato tutti una t-shirt uguale alla sua per dire basta. Oggi dobbiamo ripeterlo di più e più forte. Perché non ci hanno ancora ascoltato. E se in Italia gridiamo #fateliscendere, agli Stati Uniti urliamo #fatelipassare. A chi predica di essere padre di tutti e di nessuno, rispondiamo che l'istinto paterno - quello vero - impone di tendere la mano, aiutare, soccorrere, amare. Così scrive Giorgio Sbordoni.

Reggio, ti scatterò una foto

Una giornata voluta, vissuta e ricca di emozioni. Un rotolare verso Sud per seminare i semi di un Paese più unito. Di un mezzogiorno dal quale smettere di scappare per studiare, lavorare e curarsi. Gli scatti più belli dal sito della Cgil e dai social

Energie Arcobaleno

Ci sono quei giorni in cui ti sembra che i polmoni si riempiano di aria fresca, pulita. Quei giorni in cui le fatiche della quotidianità, le preoccupazioni per il futuro, il pessimismo per l’avanzata delle destre e la crescita dell'intolleranza, del razzismo, dell’individualismo ti sembrano meno pesanti. Ieri è stato uno di quei giorni. Tania Scacchetti, segretaria nazionale Cgil racconta il Modena Pride 2019

Salvini, querelaci tutti 😡

Il vice premier Matteo Salvini ha deciso di querelare la Cgil nella persona del segretario nazionale Giuseppe Massafra per le dichiarazioni rilasciate dal dirigente di Corso d’Italia in merito al decreto cosiddetto Sblocca Cantieri. La risposta della confederazione non si è fatta attendere: "Se Salvini vuole querelare cinque milioni di iscritti ci quereli tutti ma non svii la discussione."