Landini incalza il governo: gli investimenti per i lavoratori servono adesso

Il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, ospite del Tg5, incalza l’esecutivo dopo il varo della manovra economica. Servono investimenti per dare una politica industriale al paese e risorse per il rinnovo dei contratti.

Così il numero uno di Corso d’Italia rilancia le richieste che nei mesi scorsi hanno portato il sindacato a scendere ripetutamente in piazza assieme a Cisl e Uil. Il mese di dicembre si è chiuso con una tre giorni di mobilitazione, una vera e propria settimana del lavoro, per sollecitare Parlamento e governo a farsi carico delle urgenze economiche e sociali.

Il 2020 si apre ancora senza risposte sufficienti e con tante crisi irrisolte. “Serve un’idea di politica industriale – incalza Landini – che sappia collegare queste crisi, un intervento sugli ammortizzatori sociali per evitare i licenziamenti, e un intervento pubblico diretto che stabilisca quali settori il Paese vuole salvaguardare.” Sui tavoli di confronto con il governo il leader della Cgil ricorda che sono quattro: oltre a quello sugli investimenti, si deve discutere infatti di pensioni, contratti e fisco. Su quest’ultimo punto: “Bene il cuneo fiscale, ma bisogna assicurarsi di portare a casa il risultato ottenuto con la manovra, e poi serve fare di più sulla lotta all’evasione e ridurre decisamente le tasse sul lavoro dipendente.”

Due i nodi centrali per il benessere dei lavoratori: gli ammortizzatori sociali da un lato, i rinnovi contrattuali dall’altro. Nel primo caso di tratta di “estendere e ricostruire la cassa integrazione anche a chi non ce l’ha e di farlo considerando l’urgenza di passare da produzioni che inquinano a produzioni sostenibili senza penalizzare i lavoratori.” Nel secondo caso – chiude Landini – “il governo è chiamato in causa direttamente per i dipendenti pubblici: servono più risorse se si vuole davvero rinnovare i loro contratti. Mentre sulle imprese private il tema è salariale e di diritti: su appalti e precariato occorrono risposte adesso.”

Il segretario generale della Cgil Maurizio Landini intervistato dal Tg5

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...