Report li smaschera, loro insultano il rider che ha scelto la Cgil. La risposta li gela: “Sono italiano e ho la pelle nera. Fatevi un esame di coscienza.”

L’ultima puntata della trasmissione condotta da Sigfrido Ranucci, in onda ieri sera su Rai Tre, ha indagato sul mondo delle app. Un’inchiesta approfondita che ha raccontato fatti e misfatti della gig economy, che sfrutta i fattorini in bicicletta e con smartphone controllandone ogni singolo movimento, persino quando non sono in attività.

Non solo. Dall’inchiesta emergeva l’insofferenza per il dialogo, il confronto e la libertà di associazione. In un passaggio del filmato il racconto di una riunione in Glovo Milano, viale Monza, a metà settembre. Un dirigente dell’app spagnola discute della lettera che ha scritto con i riders presenti: “Io quello che farei è mettere il testo di questa lettera online per raccogliere firme, l’altra cosa che secondo me potrebbe essere utile fare è aprire magari una pagina facebook per pomparla un po’, perché quello è il modo più facile per far arrivare la cosa a un giornalista senza essere un delivery, noi ovviamente abbiamo dei rapporti con i giornali ma non possiamo chiamarli e dire ragazzi, guardate che… “

“Perché no?” chiede un rider. “Perché sembra un’idea mia …” risponde il manager. Gli fa eco un altro rider: “Perché sembra che ci stanno manipolando…”

E il dirigente prosegue: “Io direi: adesso mettiamo questa cosa online, voi iniziate a diffonderla e al momento buono la mandiamo a i giornali e ai parlamentari perché la cosa che mi hanno detto al PD, al Senato è stata: Cavolo, ma se i rider si attivassero e facessero una roba, fatecela avere…”

Ed ecco che nasce un sindacato di scopo favorevole al cottimo, che da qualche settimana tiene il suo dito puntato contro Talem Parigi, che il rider lo fa da tre anni, che ha partecipato alle audizioni in Parlamento e che ha scelto la tessera Cgil.

Il post che pubblichiamo qui sopra risale al 27 ottobre ed è un attacco frontale al quale oggi Talem Parigi ha deciso di rispondere così:

“Ciao ragazzi faccio questo commento sulla vostra pagina per chiarire 2/3 concetti che mi sembra sia fondamentale conoscere.
1 – con questa foto dimostro che lavoro in modo continuativo per JustEat e smentisco le innumerevoli balle scritte sul mio conto secondo le quali sarei un finto rider, faccio il rider da 3 anni, forse da molto di più di molti membri di questo gruppo. Chiarisco subito che probabilmente non farò questo lavoro a lungo, ma dopo tutto è un mio diritto poter studiare e anche poter esprimere le mie idee nei campi di cui ho conoscenza – siamo ancora in democrazia – e se ora lavoro meno non è perché ho bisogno di meno soldi, ma perché sto rinunciando a qualche soldo per investire il mio tempo libero in questa battaglia;
2 – non ho mai detto di rappresentare tutti i riders, ho sempre esposto solamente il mio punto di vista e quando facevo valutazioni generali sul nostro settore parlavo basandomi sulle statistiche di fonte INPS e ASSODELIVERY;
3 – gli insulti che avete esposto nei miei confronti sono di infimo livello, senza abbassarmi a rispondere a quelli razzisti (un amministratore normale avrebbe buttato fuori i membri che fanno cose del genere), ricordo che esiste in Italia il reato di diffamazione e state tranquilli che voi nelle fattispecie di quel reato ci rientrate, ma non farò denunce perché non penso che si risolvano così le cose.
4 – quando si fa politica si attacca un’idea, mai un individuo mettendo in mostra la sua foto, deridendolo e incitando i propri followers all’odio verso quel singolo soggetto mediante attacchi personali gratuiti. Infine, per la cronaca: sono italiano, adottato all’età di 2 anni e non è che se ho la pelle nera sono di un’altra nazionalità, il fatto che io lo debba specificare forse dovrebbe far fare un esame di coscienza a qualche membro del vostro gruppo.”

Sempre ammesso che i razzisti una coscienza la abbiano…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...