Una Campania nel solco giallo-rosso?

In Campania più precari non si può. Anche in virtù dei 471 navigator vincitori di concorso rigettati dalle stesse Istituzioni. Si, certo, alcune do queste soffrono di eccessivo personalismo: è accaduto al Viminale, c’è chi ancora sta cercando di porvi rimedio; accade al vertice della Regione. Secondo Rita Labruna è tempo di una nuova stagione. E le istanze che arrivano dall’Irpinia riguardano molte altre località dell’Appennino

Il comportamento del governatore Vincenzo De Luca dimostra ancora una volta arroganza e mancanza di rispetto per la dignità delle persone. L’ultimo bersaglio della sua politica muscolare sono gli aspiranti navigator. 471 vincitori di concorso ancora in attesa di essere collocati al lavoro – per di più precario – mentre il governatore continua a declinare le responsabilità politiche ed istituzionali sull’Anpal. Manca una firma e tutto resta fermo. Nei giorni scorsi, in seguito alle loro proteste, De Luca ha replicato quasi come se fossero dei privilegiati. Argomentazioni che veicolano l’ennesima battaglia ideologica contro il M5S che questa volta De Luca sbaglia a riversare sui lavoratori.

In virtù del ruolo che ricopre, dovrebbe confrontarsi, accogliere le esigenze di questi operatori, giovani e meno giovani, che cercano stabilità e un salario degno di questo nome. Uomini e donne spesso incastrati tra due lavoretti, in un mercato sempre più precarizzato fatto di false partite iva e part time involontari, condizione nella quale a stento riesci a vivere dignitosamente sempre che tu riesca ad andare via dalla casa dei tuoi.
Purtroppo il tema non è tra le priorità del governatore mentre proprio nella pubblica amministrazione si rivelano le situazioni più paradossali. Nelle scorse settimane il concorso Ripam per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali è stato bandito per nuove figure professionali, mentre i precari storici, le partite iva, continuano a lavorare nell’ombra, non si sa fino a quando.

Non so se l’alleanza di governo tra M5S, Pd e Sinistra possa replicarsi sui territori in vista delle regionali. Se così fosse spero che un probabile accordo non serva a blindare la candidatura di De Luca. Credo che vada dato un segnale di discontinuità rispetto a un certo familismo, a un modo ideologico di amministrare che premia solo i fedelissimi o i territori adiacenti alla sua enclave.
La sanità in Campania riversa in condizioni disastrose: lunghe liste di attesa, pazienti trattati come pacchi e depositati nei pronto soccorso per mesi. Le Zone Economiche Speciali corrono il rischio di essere l’ennesima propaganda in vista delle regionali, considerato che i finanziamenti non bastano per avviare anche il piano per gli insediamenti produttivi.

Mancano riferimenti al tipo di sviluppo che si pensa per la nostra regione. Su cosa si investe? Le aree interne necessitano di strade, trasporti, servizi, opere ingegneristiche non invasive. Quando il Governatore pensa di affrontare le criticità del nostro territorio, andando oltre i soliti slogan da personaggetto avvezzo alla battuta da consumato showman televisivo, comprendendo che l’Irpinia, le aree interne, non possono essere l’osso rinsecchito delle politiche funzionali alle aree costiere del Napoletano e Salernitano?
Vogliamo un’Irpinia inserita in una prospettiva più europea e globale. Questo implica un confronto aperto e costruttivo delle Istituzioni con le parte sociali, rispetto alle quali, non colgo nessuna volontà di coinvolgimento da parte del presidente della regione. Ma sono necessarie risposte, di cui il nascente governo giallorosso”dovrebbe farsi carico. Fate presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...