Un cristiano non vota Lega

La Lega e il suo leader disprezzano totalmente le persone. A dirlo padre Alex Zanotelli, mentre centinaia di persone continuano a versare tra le onde di fronte alle coste di Lampedusa e altrettante continuano ad affondare in quell’enorme cimitero tra Europa e Africa. Qualsiasi decisione verrà presa nelle prossime ore riguardo il futuro di palazzo Chigi, vorrei che le sue parole rimanessero scolpite in questo nostro spazio per non dimenticare ciò che i nostri occhi hanno visto in questi 14 mesi di governo giallonero e che dovremo tener ancora presente per il futuro. Tutte le volte che mi è capitato di incontrare il missionario comboniano l’ho visto circondato da ragazzi. Anche solo per questo vale la pena riflettere sulle sue parole.

Stiamo assistendo al disprezzo totale dell’altro” è il duro affondo nei confronti della Lega e delle politiche del suo leader.
“È in ballo il cuore del Vangelo e della Costituzione”. Il missionario dell’ordine dei Comboniani commenta l’impossibilità per la Open Arms e la Ocean Viking di sbarcare a Lampedusa. “Uno spettacolo indecente e criminale”. Con l’auspicio “che qualche buon magistrato riesca a trovare, in base alle leggi vigenti, violazioni serie per cui il ministro Salvini possa essere condannato. Perché non c’è altra via, bisogna fargli capire che sta sbagliando, che le persone non possono essere trattate così. Ho la netta impressione che tra non molto chi sta governando sarà portato davanti ai tribunali internazionali, perché questi sono crimini contro l’umanità“.

Ancora più determinato l’appello a vescovi e parroci: “la comunità ecclesiastica dovrebbe ribellarsi in maniera decisa. I vescovi italiani non possono tenere un profilo così basso, devono schierarsi in prima linea”. Il suo è un vero e proprio appello alla comunità cattolica, affinché difenda “la nostra Costituzione” e “i valori cristiani, messi in pericolo da questa grave situazione”.

I disegni dei migranti a bordo della Ocean Viking pubblicati il 19 agosto 2019 dall’organizzazione SOS Méditerranée

“Coloro che in queste ore sono a bordo delle navi delle Ong – evidenzia il missionario – sono persone fuggite da una situazione già difficile a casa loro. Hanno poi attraversato il deserto. E ancora la Libia, paese in guerra, dove hanno subito torture, le donne sono state stuprate. Bisogna essere chiari: queste persone non sono migranti ma rifugiati che hanno diritto all’accoglienza. Siamo arrivati al sovvertimento dell’ordine costituzionale e del Sistema Internazionale dei Diritti umani universali. E’ necessario che vi siano giudici e magistrati in grado di smantellare il Decreto Sicurezza, un decreto immorale perché dichiara reato salvare vite in mare”.

2 Comments

  1. Padre Zanotelli è un uomo vero che conosce molto bene i miseri e le miserie poche persone possiedono l’autorevolezza di esprimere giudizi di tale peso, da sempre lo stimo anche se mi considero un ateo ma il suo esempio va oltre ogni credo, infatti penso che non sia il credo che ci identifica, ma ciò che abbiamo nel cuore.

    Mi piace

  2. Io sono cristiano, e sonceramente non mi sento di giudicare, altri cristiani, chi é senza colpa… … ma sicuramente lasciare morire uomini, donne e bambini, al grido basta immigrati, é molto lontano da essere cristiani, ma anche da essere “uomini” … e scoprire che tanti italiani sentono questo rancore e odio, nel loro cuore, mi fa male come uomo, come padre e come “cristiano”

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...