Si vince così

Post dedicato a tutti i trumpisti, a tutti i salvinisti, a tutti i sovranisti, a tutti gli haters, a tutti quelli che Carola ha i capelli rasta e Megan ce li ha rosa. Questo è il discorso che Megan Rapinoe, capitana della nazionale femminile statunitense di calcio, ha pronunciato ieri a New York. Ha vinto i Mondiali ma le sue parole non riguardano solo lo sport. Ci investono tutti di una responsabilità che mai dobbiamo dimenticare.   

Dobbiamo essere migliori. Dobbiamo amare di più, odiare di meno. Dobbiamo ascoltare di più, parlare di meno. Dobbiamo essere consapevoli che questa responsabilità ricade su ciascuno di noi, su ogni singolo individuo: su chi è qui, su chi non c’è, su chi non vuole esserci. Su ogni persona che sia d’accordo oppure no.

Abbiamo la responsabilità di rendere questo mondo un luogo migliore. E penso che la nostra squadra abbia fatto un lavoro incredibile assumendosi questo carico sulle spalle e comprendendo qual è il nostro ruolo e il nostro posto nel mondo.

Sì, pratichiamo sport. Sì, giochiamo a calcio. Sì, siamo atlete donne. Ma siamo molto di più. Voi tutti siete molto di più. Siete più che semplici tifosi. Siete più che dei sostenitori dello sport, siete più di qualcuno che si sintonizza ogni 4 anni. Siete persone che camminano per la strada ogni singolo giorno, interagite con la vostra comunità ogni singolo giorno. Come fate a rendere la vostra comunità migliore? Come fate a far star meglio le persone intorno a voi? La vostra famiglia? I vostri amici? Le dieci persone a voi più vicine, le venti persone a voi più vicine, le cento persone a voi più vicine? Questa è una responsabilità che ricade su ciascun individuo.

In questi ultimi anni il conflitto è stato enorme. Io stessa ne sono stata vittima e carnefice… con gli scontri con la Federazione, ad esempio, e mi dispiace per alcune delle cose che ho detto (non per tutte), ma è tempo di unire le forze.

Questo mio discorso guarda al prossimo passo: dobbiamo collaborare, deve essere un impegno di tutti. Le mie parole sono rivolte a tutti. Fate quello che potete, fate quello che dovete, fate un passo avanti. Siate più e meglio e più grandi di come non siete mai stati. Se questa squadra rappresenta in qualche modo quello che potete diventare, per favore, prendeteci ad esempio: siamo un gruppo incredibile. Ci siamo caricate di così tanto peso sulle spalle per poter esser qui oggi, per festeggiare insieme a voi e lo abbiamo fatto con il sorriso. Quindi fate lo stesso per noi.

Ve lo chiedo, per favore.

Megan Rapinoe, 10 luglio 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...