Stop al monouso! ♻️

Uno sciagurato esempio di come il nostro Paese stia smarrendo il senso della solidarietà. A Gorgonzola, periferia Est di Milano, un operaio di 44 anni è stato licenziato dopo un malore al lavoro. Trattato proprio come un ferrovecchio.

Accade alla Vergani Pietro e Fratelli. Per Michele Infuso, 44 anni, dal 2000 dipendente della ditta che produce tensostrutture, non c’è più posto. Nelle scorse settimane ha subito un delicato intervento cardiaco. I suoi colleghi avevano chiamato prontamente i soccorsi ma per fortuna, dopo la convalescenza, è rientrato in azienda con le ovvie limitazioni dovute ai problemi di salute.
La società – sarebbe proprio il caso di dire senza cuore – gli ha comminato il licenziamento per «giustificato motivo oggettivo» appellandosi all’esigenza di contenere i costi e ottimizzare i processi produttivi. Gelo.
L’azienda gli ha offerto 4 mensilità come «incentivo all’esodo» – una soluzione inaccettabile per Michele. I suoi colleghi si sono immediatamente riuniti in assemblea e hanno proclamato per venerdì prossimo (7 giugno) uno sciopero di quattro ore. La vicenda approderà in Tribunale perché di fronte alle ingiustizie bisogna dire NO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...