Antologia collettiva e resistente

Maggio, nonostante le pioggia e le temperature pazze, ha visto sbocciare il nostro blog. La nostra rete – giovane, partigiana e resistente – inizia a crescere. Messaggi, articoli, risposte sui social e numero di pagine lette e condivise anche, come l’impegno a fare di più e a fare meglio.

La consapevolezza che di resistenza ce n’è e ce ne sarà bisogno viene anche dalle notizie di quest’ultima giornata. Il vicepremier Matteo Salvini annuncia querela ai danni del segretario nazionale della Cgil Giuseppe Massafra che aveva definito la proposta di bloccare per due anni il Codice degli Appalti avanzata dal leader della Lega un “disegno lucido che regala alle mafie gli appalti italiani”. Chiedere regole e diritti non è un reato. Noi continueremo a farlo. Ogni volta e in ogni luogo in cui ce ne sarà bisogno.

Qualche dato: negli ultimi trenta giorni il nostro blog ha moltiplicato per 6 gli accessi rispetto ad aprile. Un merito che va condiviso con tutt* coloro che hanno partecipato. Siamo sicuri di non fare torto a nessuno se partiamo da Viviana Correddu che questa notte, in pullman, viaggiando da Genova a Roma per la manifestazione delle Multiservizi ha commissionato un pezzo a una lavoratrice che abbiamo pubblicato questa mattina. Grazie a Lara Ghiglione che ogni lunedì esemplifica un concetto con i suoi sc(h)emini esilaranti. Grazie ad Anna Teselli e Massimiliano De Conca che ci aiutano a comprendere meglio il mondo della conoscenza. Grazie Tania Scacchetti, Maria Giorgini, Franco Fiordellisi, Elena Ferro, Nicola Del Vecchio, Lorenzo Boffa Sandalina, Alice Leone, Luca Crisafulli, Carlo Soricelli, Giorgio Sbordoni, Fabio Laudi e Roberto Iovino. Grazie a Ilaria Romeo dell’archivio storico. Ad Alessandra Giannessi, dell’ Associazione Itaca, a Giulia Piccioni dell’Associazione I Pettirossi e a Letizia Scacchi, di Scienza Coatta. Un ringraziamento particolare a Luca Casarini e agli amici della ong Mediterranea che ci ricordano quotidianamente che all’umanità non si rinuncia mai. Giacomo Di Girolamo ci ha regalato una sua visione onirica prima delle elezioni europee. Grazie anche ai lavoratori della Bekaert, della Fiat, di Mercatone Uno e tutti gli altri che hanno condiviso con noi le loro testimonianze. Abbiamo bisogno della vostra esperienza. Grazie ai preziosi lampi di Salvatore De Luca.

In quest’ultimo mese siete stati in tantissimi a dare il vostro contributo.
Grazie a tutti quelli che non appaiono in questa lista. La prossima volta ci toccherà offrire da bere.


Concludiamo questi 31 giorni con un esperimento: un magazine con gli articoli più letti del mese. Li abbiamo chiamati i nostri fiori di maggio. Piantateli con noi e lasciateli sbocciare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...