Lotta e solidarietà

Nei giorni scorsi la vicenda di Giovanni Paladino, operaio malato e a rischio licenziamento, e della solidarietà dei suoi colleghi della Omya di Carrara che gli hanno donato le ferie, ha fatto il giro del web. Grazie a Nicola Del Vecchio vi raccontiamo quanto sindacato c’è dietro.

Lotta e solidarietà: sono queste le due leve che hanno mosso i lavoratori dello stabilimento Omya di Carrara a difesa del loro collega.

Quasi un anno fa, Giovanni Paladino, ha subito una lesione a un occhio con perforazione della cornea, che lo costringerà a un trapianto. Da quel momento sono cominciate le assenze, la trafila dei certificati medici, quattro mesi di malattia, poi la riduzione dello stipendio al 50%. Dopo qualche tempo, l’azienda – che produce e vende carbonato di calcio naturale micronizzato in polvere: sfridi di marmo, in sostanza – ha iniziato a paventarne il licenziamento, a un solo anno dalla pensione. A quel punto è iniziata la mobilitazione dei colleghi.

Abbiamo proclamato lo stato d’agitazione e la lotta dei lavoratori ha costretto l’azienda a fare marcia indietro. L’impresa ha, infatti, consentito a Giovanni di poter rientrare per un giorno al lavoro e poter così godere delle ferie arretrate (84 giorni) a cui saranno aggiunte le altre sessanta giornate donate dai compagni di lavoro, grazie a un importante accordo per la cessione delle ferie solidali.

Dopo una lunga trattativa, Omya ha inoltre riconosciuto la retribuzione piena all’operaio che, con l’azzeramento della precedente malattia, proprio grazie al pacchetto ferie, potrà usufruire di altri certificati e arrivare alla pensione alla fine di quest’anno. Il “fondo ferie solidali” che è stato istituito non è previsto nel contratto dei chimici ma è stato reso possibile proprio grazie allo stato di agitazione e all’impegno del sindacato, uno strumento che potrebbe diventare un precedente per situazioni analoghe. Per la legge, infatti, la cessione di ferie e permessi è consentita per assistere figli minori. L’escamotage è stato quello di agire “per analogia”, consentendo di arrivare alla contrattazione aziendale e ottenere, comunque, le ferie.

Nicola Del Vecchio, segretario generale Filctem Cgil Massa Carrara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...