E’ andata così

Piazza piena e un discorso che nulla ha di rituale e scontato. Il “primo” Primo Maggio di Maurizio Landini da segretario generale della Cgil smaschera il governo e racconta la voglia di cambiamento (vero) che c’è nel mondo del lavoro. Qui il suo intervento e il commento di Roberto Iovino, Cgil Roma e Lazio

Questo video è stato pubblicato sul canale youtube della Funzione Pubblica Cgil

Penso che il discorso di Maurizio Landini a Bologna meriti una riflessione per non essere bollato come il solito discorso rituale e tradizionale in occasione del comizio del Primo Maggio. Tutt’altro. Chiaro che io sono di parte ma credo che siano facilmente rintracciabili nel suo discorso alcuni elementi di profonda novità.

Se qualcuno ancora si chiede quale senso abbia scendere in piazza e celebrare la festa dei lavoratori nel 2019, nel discorso di Landini troverà molte risposte interessanti: dal legame che c’è tra il lavoro di un giovane rider e un bracciante agricolo, dal ritorno dei fascismi alla necessità di una nuova resistenza (impossibile senza un protagonismo del mondo del lavoro), per finire alle considerazioni sulla politica e il governo, che da mesi annuncia cambiamenti sociali e invece e’ costantemente impegnato in un’eterna campagna elettorale.

Ci aspettano mesi molto impegnativi ma una cosa e’ certa: nella società c’è molta più voglia di cambiamento di quanto fatto in questi mesi con la becera propaganda governativa. Ed è proprio sintomatico che, dopo anni di paranoie sulla crisi della partecipazione popolare e dei corpi intermedi, siano proprio le lavoratrici e i lavoratori, gli studenti e i pensionati, gli uomini e le donne, che stanno riempiendo le piazze da tre mesi a questa parte, ad indicarci la giusta direzione. Provarci e riprovarci ancora, fino a quando non cancelleremo le ingiustizie dal mondo del lavoro e dall’intera società. E’ questo il reale cambiamento di cui questo paese ha bisogno.

Roberto Iovino, Cgil Roma e Lazio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...